Associazione Psicomotricisti Funzionali

logoaspifnuovo

Presidente Onorario Jean Le Boulch

3alfafirma-leboulch-1024x512

ASSOCIAZIONE PSICOMOTRICISTI FUNZIONALI

costituita il 27 dicembre 2000

Psicomotricista Funzionale®: Professionista disciplinato ai sensi della legge 4/2013

Sede Legale ASPIF: Viale Europa 185/b 50126 Firenze

contatti e-mail:

segreteriaspif@gmail.com

consigliodirettivoaspif@gmail.com

L’ASPIF – Associazione Psicomotricisti Funzionali nasce per volontà del Prof. Jean le Boulch per raccogliere gli psicomotricisti funzionali formati presso la “Scuola Jean Le Boulch” di Firenze, di cui è titolare l’ISFAR – Istituto Superiore Formazione Aggiornamento e Ricerca, unica Scuola che si attiene al programma originale che egli stesso ha redatto. Il Prof. Jean Le Boulch ha designato, con atto olografo, come “didatti-trainer” i professori Guido Pesci, Letizia Bulli e Paola Ricci affinché potessero garantire il rispetto del programma formativo originale e diffondere la Psicomotricità Funzionale

La formazione per Psicomotricista Funzionale –come indicato da Le Boulch- deve fare appello ad una analisi funzionale assai complessa, rivolta oltre che all’analisi del movimento e all’analisi psicologica e biologica della condotta, alla fitta rete di tutte le funzioni biologiche, neurologiche e psico-affettive su cui muoversi e che corrispondono ai tre quadri Biologico, Neurologico e Funzionale.

Conoscenze ed esperienze teorico-pratiche sostanziate dalla necessità di passare dal sintomo all’analisi funzionale del sintomo, di studiare il movimento come modo di espressione della condotta globale del soggetto, e di impiegare i valori che si ispirano alla corrente fenomenologica, all’azione e all’esperienza vissuta.

Un educare il corpo attraverso il movimento, migliorare per vie elettive atteggiamenti e comportamenti utili per un esprimersi e un comunicare efficace e testimoniale di sé, aiutare la persona a gestire e modulare una espressività in relazione alle emozioni e alle tensioni, fino ad acquisire una propria conoscenza ed una disponibilità affine alle competenze operative.

Il rispetto della globalità e dell’unità psicofisica della persona obbliga lo Psicomotricista Funzionale ad integrare ed armonizzare gli aspetti emotivi con quelli funzionali, ad incidere per mezzo del corpo sulla personalità, a legare l’inconscio alla dimensione energetica del comportamento.

Lo Specialista, in questa Scuola, universalizzata perché unica nel mondo, assume il rispetto di un orientamento pedagogico, dei bisogni educativi dell’individuo, delle reali esigenze della persona nella sua globalità ed è capace di soddisfarli attivando motivazione e intenzionalità, affidati ad un movimento che conviene, efficace per l’azione giusta nel momento adatto.

Join our
mailing list

to stay up date

Please enter a valid e-mail